SVALBARDI

Provenienza: Norvegia

SVALBARDI

Provenienza: Norvegia

Svalbardi è un’acqua estratta dalla cima degli iceberg delle isole Svalbard ed il termine Svalbardi, di origine medioevale, era utilizzato dai marinai scandinavi per indicare le zone di terra ferma ricoperte di ghiaccio. La storia di Svalbardi è piuttosto curiosa ed inizia quando nel 2013 Mr. Jamal Quereshi, norvegese trapiantato negli Stati Uniti, raccolse, durante una vacanza presso le Isole Svalbard, un pezzo di iceberg da portare alla moglie con l’idea di farne un tè puro. Da quell’istante Jamal Quereshi ebbe la sua folgorazione e decise di ricavare acqua biologicamente pura dai ghiacciai delle Isole Svalbard.

Ma come nasce l’acqua Svalbardi? Con il permesso del governo delle Isole Svalbard il rompighiaccio Ulla Rinman si spinge sino ad 1km dal polo nord nel 79° parallelo per raccogliere il ghiaccio vecchio di almeno 4mila anni. Una volta raccolto, il ghiaccio viene lasciato sciogliere lentamente all’interno di un macchinario unico nel suo genere ed imbottigliato rigorosamente a mano. Al fine di rispettare la composizione naturale e il gusto dell’acqua, il filtraggio avviene senza filtri chimici e vengono utilizzati solo micro filtri fisici unitamente ai raggi UV del sole per rispettare gli standard internazionali.

Ogni spedizione del rompighiaccio Ulla Rinman produce solo 13.000 bottiglie di acqua potabile pura; ogni lotto è quindi un’edizione limitata.

Svalbardi è un’acqua estratta dalla cima degli iceberg delle isole Svalbard ed il termine Svalbardi, di origine medioevale, era utilizzato dai marinai scandinavi per indicare le zone di terra ferma ricoperte di ghiaccio. La storia di Svalbardi è piuttosto curiosa ed inizia quando nel 2013 Mr. Jamal Quereshi, norvegese trapiantato negli Stati Uniti, raccolse, durante una vacanza presso le Isole Svalbard, un pezzo di iceberg da portare alla moglie con l’idea di farne un tè puro. Da quell’istante Jamal Quereshi ebbe la sua folgorazione e decise di ricavare acqua biologicamente pura dai ghiacciai delle Isole Svalbard.

Ma come nasce l’acqua Svalbardi? Con il permesso del governo delle Isole Svalbard il rompighiaccio Ulla Rinman si spinge sino ad 1km dal polo nord nel 79° parallelo per raccogliere il ghiaccio vecchio di almeno 4mila anni. Una volta raccolto, il ghiaccio viene lasciato sciogliere lentamente all’interno di un macchinario unico nel suo genere ed imbottigliato rigorosamente a mano. Al fine di rispettare la composizione naturale e il gusto dell’acqua, il filtraggio avviene senza filtri chimici e vengono utilizzati solo micro filtri fisici unitamente ai raggi UV del sole per rispettare gli standard internazionali.

Ogni spedizione del rompighiaccio Ulla Rinman produce solo 13.000 bottiglie di acqua potabile pura; ogni lotto è quindi un’edizione limitata.

Svalbarði ha inizio da un sogno per esplorare l’Artico. “Quando ho visitato le Svalbard per la prima volta ho scoperto che il ghiaccio era eccezionalmente pulito, con un gusto delizioso. Come regalo per mia moglie, ho raccolto un po’ d’acqua e l’ho portata a casa per preparare una tazza della sua tisana preferita. Questo ha messo in moto il conseguirsi di eventi che hanno fatto nascere Svalbarði”.

La nuova edizione limitata Svalbarði Dark Season, disponibile in colore blu o nero, nasce dall’avventura dell’equipaggio sulla nave M/S Ulla Rinman che, affrontando pericoli e avversità per la tempesta, è stato in grado di raccogliere solo due iceberg durante la notte polare, nel mare di fronte al ghiacciaio Wahlenbergbreen al 78° nord.

Svalbardi 75 cl. naturale
COD. SVAV075NAT

Svalbardi Limited Black 75 cl. naturale
COD. SVKV075NAT

Svalbardi Limited Blue 75 cl. naturale
COD. SVBV075NAT

CARATTERISTICHE

pH

6

Residuo Fisso a 180° (mg/l)

21

Na+ (mg/l)

0,5

HCO3- (mg/l)

2

Cl- (mg/l)

1,3